Progetti Da quassù la Terra è bellissima The Way up (to) here

The Way up (to) here - la mostra

"The Way up (to) here" è la mostra ideata da Carlo Gambirasio e Flavia Scirè in collaborazione con il progetto DA QUASSÙ LA TERRA È BELLISSIMA di Macao, che propone una riflessione riguardo una delle questioni più scottanti e controverse del nostro tempo: i flussi migratori.
Per quanto sia palese il peso di questi avvenimenti ci siamo resi conto che nella concezione comune restano estremamente remoti, a malapena reali; confrontandoci su questa problematica è emersa la necessità di avvicinarci, di eliminare i filtri. Da qui la voglia di recarci personalmente nei luoghi coinvolti, Calais, Ventimiglia e incontrarne i protagonisti per affrontare gli esodi e poterli analizzare. Cercando di coprire simbolicamente tutto il contesto, abbiamo ragionato sulla visione occidentale dell’esodo, per capire il valore sociale dell’estraneo, sul significato contemporaneo di nazione e di confine di stato, sui nuovi tragitti utilizzati per venire in Europa.

“The Way up (to) here” is the exhibition conceived by Carlo Gambirasio e Flavia Scirè in collaboration with DA QUASSÙ LA TERRA È BELLISSIMA Project of Macao, in order to raise a reflection about one of the most pressing issues of our time: migrations.
However obvious the importance of these events is, we noticed how remote they remain in the common conception, barely real; considering this we felt the necessity of getting closer, to remove all the filters. We needed to go in person to see the places involved, Calais, Ventimiglia and meet the people involved to face and analyze the exodus.
Trying to cover symbolically all the context, we thought about the occidental point of view above the exodus, to understand the social value of the stranger, the contemporary meaning of nation and national boundary and the new paths to and through Europe.

الطبيعة * (Nature)
Agosto Carmine

  • Ecology - Hope - Contemporary - Clean - Action - Equity -
  • Cruel - Petroil - Dark - Abyss - Inside - Night -
  • Blood - Revolution - Love - Sabotage - Sunset - Fire -
  • Mourning - Access - Vegent - Advent - Blades - Crime -
  • Soil - Shit - Land - Fake - Oil - Pression -

الطبيعة è un installazione composta da quattro drappi/tende posizionate all’ingresso dove viene riprodotta la bandiera dell’ Europa in vari colori , i quali indicano il variare dei valori fondamentali che l’ Unione Europea oggi coltiva in maniera impropria. Ad ogni colore corrispondono 6 parole che rimandano all’essenza del colore stesso.
L’intenzione è quella di far riflettere sull’“oltrepassaggio” di una soglia/confine per entrare in un nuovo mondo possibile da costruire insieme.

الطبيعة is an installation composed by five drapes positioned at the entrance of the exhibition. the drapes are a replica of the european flag with different colors. the intention of the artis was to range and reinvent the meanings of the colors of the flag and to try to find out the current values that are misleading Europe. For every color there are six word that refer to the essence of the color itself.
The intention is to reflect about the concept of overstepping of a threshold, a gap to move ourself and create a new possible world.

LEGAL ALIENS
Flavia Scirè

L’opera pone l’attenzione dello spettatore sulla visione che l’occidentale medio ha del migrante, ormai considerato alla stregua di una figura mitica indefinibile in altro modo, non identificabile come persona, inimmaginabile in un contesto diverso.
L’intenzione è analizzare questa visione individuandone le cause nel contesto in cui nasce: emergenzialità, distanza culturale, filtro dei mass media.
L’installazione si compone di 8 fotografie, persone incontrate durante il viaggio,ritratte in momenti qualsiasi delle loro vite, di quelle attuali, di quelle da profughi, in cui mantengono, malgrado ciò che ne viene detto, tutta quella banale umanità che appartiene a ognuno di noi.
Dietro le “metalline”, coperte isotermiche che si trovano in qualunque situazione di emergenza, creano uno sfondo idealmente unitario.

This work means to focus the viewer attention above the vision that our society has of the Migrant, now considered as a mythic figure undefinable in any other way, unrecognizable as a real person and unimaginable in a different context.
The intention is to analyze this vision to find out the causes inside its context: emergency, cultural distance, mass media.
The installation is made of 8 photos, people met during the journey, portrayed during their very daily lives, their present lives as refugees, in which they maintain, besides all is sad, all the trivial humanity that belongs to any of us.
Behind that the isothermic blankets, commonly used in every emergency situation, create an ideally unitary background.

ALL THE WAY UP
Carlo Gambirasio

All the way up è una installazione composta da otto magliette firmate e da otto registrazioni in cui i proprietari delle magliette descrivono il tragitto che hanno percorso dalla loro casa ai posti in cui si trovavano al momento. Gli intervistati, di provenienza marocchina, sudanese, siriana e curda , tracciano attraverso il racconto orale, nuovi percorsi non ancora chiari e definiti che hanno un’importanza cruciale negli esodi contemporanei. Nel riconoscere il valore atletico, lo sforzo fisico, di persone in marcia da anni, la maglietta e la firma della persona coinvolta hanno lo scopo di associare le migrazioni al contesto sportivo.

All the way up is an installation composed by eight signed t-shirts and eight recordings in which the owners of the t-shirts describe their journey from their homes to the places where they are now.The respondents, coming from Morocco, Sudan, Syria and Kurdistan, traced through their tales all the new paths not yet defined but already of main importance in the context of contemporary exodus.
The t-shirt and the sign, a ritual borrowed from sport, are an attempt to give recognition to the athletic value of the physical effort of people who have been in travel even for years.

MACAO

Nuovo centro per le arti, la cultura
e la ricerca di Milano

viale Molise 68
20137 Milano

organizzazione.macao@gmail.com

ASSEMBLEA

Ogni martedì dalle 21.30