Progetti Unit

The internet’s own boy

venerdì 12 maggio 2017
h 19.00**APERITIVO**
...@UNIT HACKLAB IN MACAO
h 20.30 **PROIEZIONE DOCUMENTARIO**
...@CINEMACELLO

**The Internet’s own boy, documentario del 2014**
il Ragazzo di internet è Aaron Swartz, attivista dei diritti in rete accusato di frode informatica per aver divulgato pubblicazioni scientifiche e suicidatosi nel 2013 a New York.
**1 ora e 40 minuti - inglese sottotitolato italiano**
*Ingresso libero*
*Seguirà discussione*
*Seguirà discussione*

Aaron Swartz si è suicidato l’11 gennaio 2013 nella sua casa di Brooklyn, NY, Aaron Swartz, hacker e attivista di 26 anni. Aaron era accusato dal 19 luglio 2012 di frode informatica per aver presumibilmente scaricato degli articoli accademici allo scopo di renderli pubblici per sostenere il libero accesso all’informazione. Il caso viene riassunto in questo modo dal New York Times:"un rispettabile ricercatore di harvard ed anche un eroe diInternet è stato arrestato a Boston per accuse legate a computer hacking, basate sulla presunzione che egli abbia scaricato articoli cui era autorizzato ad accedere liberamente". Il 6 gennaio 2013 Swartz viene arrestato, le accuse sono: frode informatica, frode finanziaria usando mezzi telematici, ottenere informazioni da un computer protetto usando mezzi illegali e danneggiamento di computer. Se confermate, le accuse avrebbero potuto causare una pena di oltre 35 anni di carcere e 1 milione di dollari di multa. Nonostante l’ente danneggiato, la biblioteca digitale JSTOR, dichiari di non volere fare causa, i capi d’accusa vengono in seguito aumentati da 4 a 13. A questo punto la pena possibile aumenta in maniera incalcolabile. La pubblica accusa, il procuratore Ortiz, dichiara: "il furto è furto, sia che si usi un piede di porco o che si usi un computer, sia che si rubino soldi o che si rubino dati". Il Computer Fraud and Abuse Act del 1986 permette di punire sotto la definizione di frode informatica grossomodo qualunque attività informatica sgradita. La legge viene aggiornata nel 2001 con il Patriot Act ed è in grado di perseguire non solo chi commette o tenta di commettere un atto considerato come frode informatica, ma anche chi cospira per commetterlo.

MACAO

Nuovo centro per le arti, la cultura
e la ricerca di Milano

viale Molise 68
20137 Milano

organizzazione.macao@gmail.com

ASSEMBLEA

Ogni martedì dalle 21.30